La crisi conservatrice: l’America Latina verso nuovi equilibri geopolitici

Dal 2008 al 2018 l’America Latina sembrava essere entrata in una nuova fase storica, che gli analisti avevano definito la “svolta conservatrice”: in un decennio la cartina del continente era passata dal rosso al blu,…

2019, le proteste di piazza infiammano il mondo

Il 2019 potrebbe essere ricordato come l’anno delle proteste di piazza (e delle rivolte) che hanno preso piede in tutto il mondo: dal Cile a Hong Kong, passando per Barcellona, Francia, Venezuela e Haiti, ma…

Invasione turca: quale futuro per i curdi siriani?

Il piano turco è chiarissimo e non è mai stato un mistero: impedire ai curdi di controllare il confine meridionale. E se fino a poche settimane fa non erano intervenuti così pesantemente, ciò si doveva…

Argentina alle urne: il voto che può cambiare il Sud America

Il prossimo 27 ottobre si terranno in Argentina le elezioni presidenziali, tornante decisivo per il futuro del Paese latino-americano e di tutto il Cono Sud, alle prese con un travagliato periodo di assestamento geopolitico. Il…

Alto Adige, Roma risponda alle provocazioni di Bolzano

È passato precisamente un secolo da quando il Regno d’Italia firmò il trattato di Saint-Germain (1919), con cui ottenne parte delle acquisizioni territoriali previste dal Patto di Londra (1915) ai danni del poi collassato impero…

Brexit, colpo di scena sul confine irlandese?

L’incontro di giovedì scorso tra Boris Johnson e l’omologo irlandese Leo Varadkar ha aperto degli spiragli inaspettati sulla possibilità di trovare finalmente un’intesa per l’annosa questione del confine nord-irlandese, vera posta in palio del braccio…

Ucraina Gate: la Casa Bianca alle prese con un nuovo terremoto

Fin dall’insediamento alla Casa Bianca nel gennaio 2017, la presidenza Trump ha dovuto gestire diverse crisi istituzionali, potenzialmente in grado di far tramontare precocemente l’astro politico del tycoon americano. Quella più celebre, scoppiata appena pochi…

Iran vs Arabia Saudita. Dalla guerra per procura allo scontro frontale?

«L’Iran risponderà sicuramente a qualsiasi minaccia e chiunque voglia che il suo Paese diventi il campo di battaglia principale può iniziare la guerra». Queste le parole del capo dei Pasdaran Hossein Salami durante il discorso…